"Carlo D’Orta è un ‘biologo’ del paesaggio contemporaneo, un ricercatore sottocutaneo che scava sotto il primo strato dell’apparenza urbana (...) indaga la superficie delle città, segue il concetto di una trama che avvolge la realtà con una nuova pelle"